imagealt

LIBRIAMOCI


L’incontro si aprirà con il saluto del Dirigente scolastico, prof. ing. Giuseppe Materia. Coordinerà la Docente Referente, prof.ssa Sargentini. Hanno guidato le classi nella lettura ed analisi/interpretazione del romanzo i Docenti:

5AM: prof. Bastioli; 5CS: prof. Cerquiglini; 5AL: prof.ssa Cipolloni; 5DL: prof.ssa Moretti; 5AB: prof.ssa Pedetta; 5BB: prof. Pisacreta.

ABSTRACT:

Guerra, dittatura nazista, fame, povertà, paura, separazione dagli affetti costituiscono la cornice storica ed esistenziale della condizione delle assaggiatrici di Hitler.  

Nell'incombere nefasto ed ineludibile del dittatore, il romanzo "Le assaggiatrici" di Rosella Postorino, vincitore del Premio Rapallo e del Premio Campiello 2018, delinea un intreccio complesso di sentimenti contraddittori, quali, da una parte, l'ansia, il senso di annullamento di esistenze "forzate" nel timore costante della morte e, dall'altra, l'impulso disperato alla vita e all'amore: nella disumanità del Male assoluto, si agita la ricerca spesso antieroica e, per questo vera, dell'umanità. Uso delle fonti storiche, attenta indagine psicologica e rappresentazione sociale ed antropologica di identità femminili "umiliate ed offese" collaborano nella resa della banalità di un Male quotidiano.

 Collegamento al serizio RAI sull'evento

Articolo dell'evento

Articolo Umbria journal